Aria d'Aprile

 

Mese dei fiori,

mese dall'aria

frivola e dolce,

in quell'atmosfera

che si respira nei

suoi ultimi dieci

giorni comprendiamo

soavita' e luminosita'

d'un aria fragile e delicata,

profumata e leggera con

magici giochi cromatici,

c'incanta nel gioco d'ombre,

nella natura novella risorge

ogni anno per magia

aricciando le acque

del ruscello,degli stagni,

in magici rivoli tra i fiori

 di loto.Un sordo e madido

vento che ondeggia tra le verdi

spighe del grano attende

col sole del mattino l'aurora,

mentre impavido simbolo

di liberta' e' il 25 aprile

che cova in seno con

la sua selvaggia ilarita'.

Aria d'aprile apri le porte

al sogno d'amore che noi

poeti custodiamo in te.

Nutrici di endogene emozioni.

Facci sperare.Facci innalzare.

Nell'azzurro del tuo cielo

il preludio d'estate e baciaci

con la tua parsimoniosa

fantasia di ciano enfasi

  cristallina.


M.G.